Come risolvere il problema delle zanzare

Il problema delle zanzare è un tema scottante, non fosse altro perché si ripropone ogni estate, all’aumentare delle temperature, nelle zone cittadine. Esistono varie tecniche per risolvere il problema delle zanzare. Certo, risolvere è una parola grossa. Diciamo limitare.

Da quando ho memoria ricordo che ci sono sempre state zanzare. Nei mesi estivi, in città o al mare, le ho trovate. Magari con densità maggiori o minori in base al luogo, ma di sicuro una soluzione definitiva (che non sia pericolosa per altre specie animali…) non l’ha trovata ancora nessuno, a meno di non spostasti in luoghi in cui le zanzare non ci siano, come i poli. Comunque sia, proprio in questi giorni ragiovano sulla possibilità di installare delle zanzariere nel mio appartamento, per arginare il flusso migratorio di questi rumorosi compagni delle notti estive. Parlando con Satollo, ho realizzato che in effetti qualche rimedio alternativo per arginare il fenomeno c’è, e spesso la gente (vedi me ad esempio) non ne è al corrente. Nello specifico, mi ha consigliato di provare alcune pastiglie da mettere nei tombini intorno alla casa per bloccare lo sviluppo delle larve di zanzara, che rimangono allo stato larvale senza effettuare la muta, che le trasforma in quello che tutti noi conosciamo. Ecco quindi un rimedio aggiuntivo. Ma facciamo una lista dei rimedi per risolvere il problema delle zanzare, per fissare un po’ di punti:

  • installare zanzariere alle finestre dell’appartamento; mi sono fatto fare recentemente due preventivi da due ditte diverse, che per due finestre e due porte-finestre mi hanno prospettato prezzi che vanno da 500 euro a 1500 euro, con possibilità di strutture semi-smontabili per quanto riguarda le porte-finestre;
  • installare zanzariere da letto, che si montano sul lampadario della camera e vengono fatte scendere fin sotto i lati del letto;
  • applicare nei tombini, fossi e in generale nei luoghi con acque stagnanti in prossimità dell’abitazione prodotti che bloccano lo sviluppo delle larve di zanzara; una confezione da 20 compresse mi è costata 10 euro; ogni compressa funziona per tombini fino  a 40 litri di acqua, ma tipicamente quelli condominiali sono più piccoli; l’effetto dura 2/4 settimane, a meno che nel frattempo non piova;
  • disporre nei balconi piante il cui odore ha un effetto repellente per le zanzare (come la catambra o i gerani);
  • utilizzare prodotti chimici il cui odore risulta repellente per le zanzare, dagli zampironi, ai diffusori, agli spray per l’ambiente e per la pelle.

Ci sono poi altri due rimedi. Il primo, vecchio come le zanzare, che funziona sempre ma può lasciare tracce difficili da rimuovere sulle pareti, è quello di schiacciarle con ciabatte, cuscini, giornali o direttamente mani mentre sono appoggiate sul muro in attesa di decollare verso una lauta bevuta. Certo, sono soddisfazioni quando si riescono a prendere. Il secondo è quello di chiudere porte e finestre ed attaccare il climatizzatore, per non morire di caldo, ma la bolletta poi la dovete pagare. Non so se possiamo considerarli alla pari di quelli precedenti, ma comunque anche questi aiutano.

1 pensiero su “Come risolvere il problema delle zanzare

Lascia un commento